Abbiamo già parlato, in questo articolo, di come aggiornare il core di Drupal, procedura non immediata dal momento che gli aggiornamenti automatici non sono previsti per questo cms (lo sono per i moduli ma non per il core).

Purtroppo anche nella versione 9 le cose non sono migliorate da questo punto di vista, ed occorre affidarsi alla procedura manuale, molto simile a quella già vista per la versione 7 e comunque non troppo complessa da effettuare. Vediamola nel dettaglio:

  1. Scaricare il pacchetto con la nuova versione alla pagina https://www.drupal.org/project/drupal
  2. Decomprimere il pacchetto in una cartella nel proprio computer
  3. Effettuare un backup completo del sito (mediante client ftp) e del database (solitamente mediante un dump realizzabile all’interno del pannello PhpMyAdmin presente nei db MySql). Questo passaggio è molto importante, perché se qualcosa non dovesse andare nella maniera corretta, sarà possibile ripristinare in poco tempo il sito alle sue condizioni originali. Il consiglio è quindi di NON saltare questa procedura, anche se è quella che richiede più tempo.
  4. Accedere al sito mediante un utente amministratore, quindi mettere il sito in modalità di manutenzione (attraverso il percorso Configurazione -> Sviluppo -> Modalità di manutenzione).
  5. Collegarsi mediante client ftp al sito e cancellare le cartelle core e vendor, nonché tutti i files presenti nella root directory (se sono presenti file di verifica della proprietà di google o bing non vanno cancellati). NON CANCELLARE le cartelle libraries, modules, profiles, sites e themes.
  6. Caricare, sempre mediante ftp, il contenuto della cartella predisposta al punto 2, che conterrà i files per la root e le cartelle core e vendor.
  7. Lanciare lo script di aggiornamento del database, update.php, che può essere eseguito direttamente dalla barra indirizzi del browser (http://nomesito/update.php), e seguire le indicazioni proposte
  8. Tornare nella configurazione della modalità di manutenzione (stesso percorso del punto 4) e disattivarla, rimettendo online il sito.

Eseguito l’ultimo passaggio la procedura è conclusa, ed il core di Drupal è aggiornato alla nuova versione. Si consiglia di effettuare sempre un ulteriore controllo degli aggiornamenti mediante lo strumento cron, per verificare che tutto sia corretto e che anche le varie estensioni siano a posto e compatibili con la nuova release.

Categorie: Drupal

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.